Mare, relax e storia in Costa Brava

Hai già pianificato le vacanze estive? Se sei alla ricerca di idee geniali eccone una: Roses! Si tratta di un comune spagnolo affacciato sul mare cristallino della Costa Brava, non lontano dalla frizzante città di Barcellona.

Perfetto per coppie, famiglie e perché no? Anche per giovani che hanno voglia di un po' di relax senza rinunciare alla movida spagnola.

Faro di Roses
Faro di Roses

Come arrivare a Roses

Roses è una cittadina di poco più di 20'000 abitanti: abbastanza piccola da mantenere un carattere tranquillo e tipico, abbastanza grande da avere tutti i comfort che si possono desiderare, oltre a essere facilmente raggiungibile con l'automobile o taxi. Se si arriva dall'Italia, l'aeroporto più vicino è quello di Girona, la città capoluogo della "Comarca" (come la nostra Provincia) dove si colloca anche Roses, a poco più di un'ora di strada. Se si arriva da Barcellona, la distanza è di sole due ore e trenta di automobile, che si può comodamente noleggiare in uno degli autonoleggi della città. Roses si trova a meno di 30 chilometri dal confine con la Francia, per cui è una tappa molto ambita sia dai turisti francesi, sia da chi è impegnato in viaggi "on the road" lungo il litorale.

Le spiagge di Roses

Roses è il luogo perfetto per trascorrere le vacanze estive: soleggiato, ma fresco (è piuttosto ventoso), con un lungomare chilometrico (ideale per chi ama correre o fare jogging). A Roses puoi decidere di trascorrere l'intera giornata in spiaggia, rinfrescandoti ogni tanto con un bagno in uno dei mari più puliti del Mediterraneo. Una curiosità: la lunghissima spiaggia di Roses è a balneazione libera, ma comunque attrezzata: di tanto in tanto si trovano dei punti in cui sono impilate sdraio che possono essere prese liberamente dai bagnanti. Il servizio viene pagato direttamente alla persona addetta (è una società a gestire l'intera area), che transita in spiaggia durante il giorno. Chi ama fare il bagno nelle "calette" sarà felice di sapere che nelle estreme vicinanze di Roses se ne trovano almeno tre, raggiungibili facilmente a piedi, percorrendo un sentiero lungo il mare in direzione est: basta incamminarsi verso il faro e seguire la costa dall'alto ... le si incontrerà una dopo l'altra.

Una caletta di Roses
Una caletta di Roses

Storia di Roses: La Ciutadella

Un'altra bellezza di Roses è data dal fatto che poco distante dal suo centro è ancora possibile ammirare e visitare dall'interno l'antica Ciutadella fortificata, un tempo cuore della città. Con pochi euro potrai vivere in prima persona l'esperienza di sentirti catapultato in un'altra epoca, immergendoti nella storia di Roses. La Ciutadella è infatti una preziosa testimonianza del susseguirsi delle epoche storiche, quella greca prima e quella romana poi, durante le quali cambiarono molte cose nella vita quotidiana degli abitanti e negli spazi urbani utilizzati. Il percorso storico è ricostruito nel museo interno alla Ciutadella: tutto cominciò con l'arrivo dei primi coloni greci provenienti dalla splendida isola di Rodi, che diedero vita a un importante crocevia commerciale molto ambito, tant'è che i Romani la conquistarono e i Visigoti vi costruirono una splendida fortezza, che ancora oggi sovrasta la città dall'alto della collina Puig Rom.

La Ciutadella di Roses
La Ciutadella di Roses

Cosa fare a Roses

Roses è una città davvero per tutti, anche per i ragazzi che non sanno mai stare fermi. Durante la giornata è possibile dedicarsi a numerose attività sportive, specialmente escursioni: dal centro partono numerosi sentieri che conducono nelle vicine attrazioni dell'entroterra (come il bellissimo paese medievale Castelló de'Empúries). Per gli amanti della mountain bike c'è inoltre la riserva naturale Aiguamolls, un verdissimo parco naturale e santuario degli animali che si estende dalla costa alle montagne dei Pirenei. Altrettanto vicino ma dal lato opposto della baia, si trova il Parco Naturale di Cap de Creus, con le sue rocce scolpite dal vento, le calette dall'acqua limpidissima, la vegetazione bassa e profumata. Inoltre in zona si possono fare tantissime attività sportive, tra cui skydiving, canottaggio, vela e karting, windsurf, equitazione, golf e bird watching. E prima di buttarsi nella vita notturna spagnola, sarà bello concedersi un momento di relax al tramonto, magari lungo il mare (Roses è famosa per i suoi splendidi tramonti) grazie alla sua posizione nella parte settentrionale della baia, che le permette di catturare gli ultimi raggi, prima che il sole si immerga completamente nell'acqua del mare. Per quanto riguarda la movida, essa certamente non sarà attiva come quella di Barcellona, ma comunque non lascerà a bocca asciutta: i piccoli bar della città sono aperti fino a tardi con musica e possibilità di ballare, mentre spettacoli di Flamenco si svolgono regolarmente a El Patio (sulla strada principale) e a El Cortijo (in Carrer Alhambra). 

Alcuni sentieri di Roses
Alcuni sentieri di Roses

Ti trovi in vacanza a Roses e c'è una brutta giornata? Niente paura: in trenta minuti di guida arriverai a Figueres, dove potrai visitare lo strabiliante Museo di Salvador Dalì.

LE FESTE E IL CIBO DI ROSES

Le feste popolari in città, come del resto a Barcellona, sono una cosa seria. Qui le sere d'estate vengono organizzati eventi come concerti o cinema all'aperto (specialmente nella Ciutadella) o sagre dedicate al cibo. Non sarà difficile trovare un buon ristorante a Roses, specialmente se si cammina per le vie del centro nei pressi della chiesa. Esattamente come a Barcellona si potranno gustare delle ottime tapas e del buon pesce fresco appena pescato, cucinato secondo la tradizione spagnola. In particolare è altamente consigliato il ristorante El Jabali, situato nella zona ovest della città (Carrer de Jacinto Benavente 9): qui si potranno ordinare prelibati piatti di carne e pesce, serviti dal personale efficiente e gentile. Infine, se hai la fortuna di trovarti a Roses per la festa di Sant Joan, non devi assolutamente perderti i fuochi d'artificio in spiaggia nella notte tra il 23 e il 24 di giugno. Oltre ai festeggiamenti per la notte più corta dell'anno, il 29 di giugno c'è un altro evento imperdibile in città: la festa dei pescatori. Si tratta di una celebrazione in onore di San Pietro, il patrono dei pescatori, animata dai castellers della città con i loro castelli umani (tipica attività folcloristica spagnola), musica e naturalmente il buon cibo: il "suquet de peix" per tutti!

contentmap_plugin
 
Mostra Form Commento

Please publish modules in offcanvas position.