Visitare Girona: la città medievale

Barcellona è una delle città più amate della Spagna, non soltanto per le numerose attrazioni che offre al suo interno, ma anche per la sua posizione privilegiata: tra mare e montagna, immersa nel verde della Catalogna.

La seconda città per grandezza di questa ridente regione è Girona, i cui tratti medievali e la ricchezza della sua storia attirano ogni anno moltissimi turisti ... se ti trovi nei dintorni di Barcellona, vale davvero la pena visitarla!

Girona
Panoramica di Girona

informazioni pratiche:  come arrivare a girona

La città si trova nella zona nord-est di Barcellona. Puoi arrivare a Girona in automobile (se non la hai, perché non ne noleggi una?): partendo dal capoluogo della Catalogna impiegherai circa un'ora e mezzo. La città è in ogni caso ben collegata con i trasporti pubblici, in particolare dal treno: partendo dalla stazione di Barcellona Sants ed acquistando un biglietto della linea ad alta velocità AVE, arriverai in meno di quaranta minuti; l'alternativa è l'autobus (per esempio il numero 602 che parte dalla stazione Fabra i Puig), più economico del treno ma più lento (circa un'ora e quaranta minuti). Infine, se vuoi viaggiare in treno ma risparmiare un po' sul prezzo del biglietto, il consiglio è di prendere un treno RENFE di media percorrenza (MD): dovrai però consultare gli orari sul sito o su Google Maps.

Cosa vedere a girona come turista

Un po' come a Barcellona, una cosa molto bella da fare quando si visita Girona è camminare per le vie del centro (Barri Vell): qui si trovano la maggior parte dei suoi monumenti storici, le strade sono strette, caratteristiche e ospitano molti bar e ristoranti tipici. La città si posiziona ai piedi di una collina ed è bagnata dal fiume Oryan, che separa il centro storico dalla parte più moderna della città, dove le strade sono larghe e si collocano molti negozi e alberghi. Se si seguono le indicazioni per il centro, non si tarderà molto a ritrovarsi nella Rambla, scoprendo così che la sua presenza è una costante di tutte le città catalane, così come i mercati rionali adibiti nelle piazze. 

Il quartiere ebraico è una delle bellezze più peculiari della città: qui è possibile visitare l'antica sinagoga e scoprirne la storia. Ma la vera perla di Girona è la camminata lungo le sue antiche mura medievali, chiamata Passeig de la Muralla: da qui si può ammirare tutta la città e il tempo sembra essersi fermato. Non a caso la Cattedrale di Girona è stata scelta per girare una cruciale scena della sesta stagione della serie televisiva americana Game of Thrones: i fan del telefilm non potranno resistere alla tentazione di scattare una foto memorabile!

 

game of thrones girona

Una scena del telefilm girata sulla gradinata della Cattedrale di Girona

un po' di storia e curiosità su girona

La bellezza di questa città catalana è data soprattutto dalla sua storia, che ne impregna ogni angolo: si può dire che Girona nacque direttamente dai necessari collegamenti strategici dettati dalla Via Augusta (l'antica strada romana della Spagna, lunga 1500 chilometri, che attraversava gran parte della costa occidentale e dai Pirenei arrivava fino all'Atlantico, terminando nell'odierna Cadice).

passeig de la muralla
Il Passeig de la Muralla

LA LEGGENDA DELLE MOSCHE DI SAN NARCISO

Attorno a questa strada romana, molto ambita per motivi militari e politici, ruota una leggenda che unisce curiosità e mistero alla storia di Girona: la leggenda delle mosche di San Narciso. Si narra che nel 1285 l'allora Re di Francia Filippo l'Ardito attaccò Girona con un possente esercito e portarono le  truppe di Pedro III detto il Grande (allora Re Catalo-Aragonese) a difendere la città, limitando la conquista ai soli quartieri fuori dalle mura, dove si trovava la Chiesa di San Felix contenente la tomba di San Narciso. Il sepolcro del santo fu profanato e i suoi resti vennero sparsi ovunque. Pare che un falegname che aveva assistito alla scena li ricompose, ponendoli in una cassa, da dove improvvisamente uscirono sciami di mosche enormi e con un pungiglione mai visto prima di allora. Le mosche si diressero verso i francesi che stavano entrando a Girona e li attaccarono da sopra le mura, ferendo i cavalli e uccidendo moltissimi soldati. Secondo la leggenda delle mosche di San Narciso, fu per questo motivo che le truppe francesi si ritirarono e successivamente la spedizione francese perse miseramente la Battaglia di Panissars, dove morì anche il Re per colpa della peste. Ma non è finita qui: si parla anche di un secondo e terzo miracolo delle mosche. Sembra infatti che nel 1653, durante l'ennesimo assedio della città di Girona, i cittadini portarono il sepolcro del santo sulla muraglia, da dove nuovamente uscirono sciami di mosche che attaccarono la cavalleria francese uccidendo uomini e cavalli. Successivamente nel 1684, fu fatto verbalizzare da un capo militare di stanza a Girona, che una mosca di colore verdognolo, dalla forma allungata, si trovava nella mano del santo.

tomba narciso
La tomba di Narciso

cosa non sai di girona 

Girona nel complesso è una città sorprendente che piacerà molto agli italiani che sono abituati a vivere in una piccola città: è infatti a misura d'uomo, tranquilla ma allo stesso tempo piena di vita. Stai pensando di trasferirti qui? Allora vorrai sapere che in città il lavoro, le attività culturali e ludiche non mancano: Girona è infatti inserita in una zona ridente, che impiega moltissime persone nel settore dell'agricoltura, dell'allevamento e della ristorazione. La presenza di numerosi siti storici e vicini paesi medievali, oltre che la vicinanza del mare, porta alla città anche un turismo che non si ferma in nessuna stagione dell'anno (si parla proprio di "turismo de pueblo", ovvero il turismo dei paesi e villaggi). Dall'altro lato Girona sa essere una città moderna, sia dal punto di vista commerciale, sia urbanistico e tecnologico.

C'è però solo una cosa che forse non sai di Girona: in questa città le persone parlano raramente il castellano e per poter ottenere un posto di lavoro è fondamentale conoscere la lingua catalana. Per saperne di più, scopri nel seguente articolo quali sono le differenze insite nella lingua spagnola e informati anche sulle abitudini dei catalani.

contentmap_plugin
 
Mostra Form Commento

Please publish modules in offcanvas position.