Home ·   3475285023 ·   Mail ·  

Barcellona in due giorni: visitare la città gratis

 Durata:2 giorni     Zona:Centro    Codice Proposta:2-2

Barcellona è una città ricca di attrazioni, molte delle quali sono a pagamento. Ci sono però alcuni stratagemmi da seguire per godere di tutte le bellezze della città senza tirare mai fuori il portafoglio: di seguito tutti i consigli per vivere Barcellona in due giorni all'insegna del risparmio e del relax.

Fontana Magica
Fontana Magica

Giorno 1: visitare Barcellona gratis

Barcellona è bellissima da visitare “da fuori” e cioè senza pagare l’ingresso a nessun monumento. Immaginando l’itinerario del primo giorno si potrebbe partire da Plaza Universitat, dove si verrà subito avvolti dall'atmosfera frizzante degli studenti che transitano dentro e fuori l’Università, sotto lo sguardo attento del suo grande orologio. Da qui si imbocca Carrer de Tallers, una delle strade più interessanti di Barcellona: giovane e viva. Si incontreranno diversi locali punk-rock e tantissimi negozi di dischi dove è possibile entrare liberamente e qualche volta anche ascoltare i cd con le cuffie di prova. (Se sei un amante della musica leggi anche l’itinerario a Barcellona in un giorno: un viaggio nella musica).

Itinerario primo giorno Barcellona gratis

Monumenti gratis

La via conduce direttamente alla Rambla e, attraversandola, si entra nel quartiere del Born. Qui sarà possibile camminare fino al Palau de la Musica, in cui è possibile entrare gratuitamente, rimanendo nella zona del bar, ovvero prima delle scale che permettono l’accesso alla sala degli spettacoli. Fin da subito si entrerà nella magica atmosfera del palazzo, anche se il moderno teatro è splendido anche da fuori, specialmente alla luce del giorno che illumina le sue decorazioni dorate. Quando si sarà fatta l’ora di pranzo si potrà entrare in uno dei mercati coperti della città, per esempio quello di Santa Caterina o La Boqueria: provare cibi diversi di banco in banco non sarà di certo gratis ma farà risparmiare sul coperto, oltre a essere piuttosto divertente.

Ingresso alle chiese gratis

Dopo pranzo si potranno fare due passi nei negozi del centro e senza accorgersene si saranno fatte le 17: a partire da quest’ora le due chiese gotiche più famose della città, La Cattedrale e Santa Maria del Mar, non necessitano il biglietto per essere visitate e potrai rimanere protetto entro le loro mura fino circa alle 20 di sera. Magari ci sarà tempo anche per sostare nella suggestiva Plaza de Sant Felipe Neri, nascosta dietro la Cattedrale (vi si accede entrando da Carrer del Bisbe) in cui è sempre piacevole fare una visita, ovviamente gratis. Per dormire a Barcellona senza spendere un patrimonio il consiglio è di pernottare in un ostello o in un b&b.

Giorno 2: il relax a Barcellona è gratis

Per il secondo giorno è prevista una breve camminata lungo Passeig de Gracia, per ammirare le due famose case di Gaudí situate lungo il viale: La Pedrera e Casa Batlló. Si proseguirà la giornata all’’insegna del relax: con la metro gialla si potrà scendere verso la costa, dove gli amanti del mare potranno trascorrere tutto il giorno in spiaggia. Le spiagge del litorale sono libere e prendere il sole sul proprio asciugamano non costerà proprio nulla; potrai anche spostarti e provare le diverse spiagge di Barcellona, a seconda che ti piaccia di più stare in mezzo alla gente o lontano dal centro città. A conclusione della giornata, la proposta è quella di partecipare a uno spettacolo incredibile, che dalle 19 alle 20:30 d’inverno e dalle 21 alle 23 d’estate (nelle mezze stagioni dalle 21 alle 22:30) si tiene tutte le sere del venerdì e sabato (d’estate tutte le sere dal giovedì alla domenica) in Plaza Espanya ed è completamente gratuito: La fontana magica. Si tratta di un evento che attira sempre tantissime persone ed è quindi consigliabile recarsi con un certo anticipo sulle scale che conducono al MNAC, Museo Nazionale d’Arte della Catalogna, avvicinandosi il più possibile alla fontana (lo spettacolo è molto suggestivo anche da lontano): quello che accadrà sarà una “danza” dell’acqua a ritmo di musica, con luci colorate che cambiano a seconda dell’atmosfera suscitata dalla canzone … davvero imperdibile! 

 

Please publish modules in offcanvas position.